full screen background image
Search

Torna Laghidivini, dal 17 giugno a Bracciano il festival dei vini prodotti sulle sponde dei laghi italiani

E’ giunto alla X edizione il festival LAGHIDIVINI, la prima ed originale manifestazione dedicata alle produzioni vitivinicole nei dintorni dei laghi italiani, ideata e organizzata dalla delegazione territoriale dell’associazione culturale Epulae con il patrocinio del Comune di Bracciano.

Il tema di quest’anno:“10 anni di vino, cibo e cultura” è volto a rafforzare il legame tra vino e cibo,anche attraverso la collaborazione dell’istituto tecnicoDomizia Lucilla di Romache intratterrà i visitatori con focus dedicati alle tecniche di cucina ed all’abbinamento delle pietanze ai vini lacustri.

Nella suggestiva cornice del Chiostro cinquecentesco, dalle ore 18.00 alle 24.00, si potrà scegliere tra oltre 160 etichette,ordinate in banchi d’assaggio per laghidi provenienza; vini di aziende famose e piccole realtà di nicchia tutte da scoprire.Si andrà anche oltre i confini nazionali ospitando un vino croato prodotto sulle rive del lagoDesmerice e non mancheranno incontri con qualificati operatori del mondo vitivinicolo ed intrattenimenti culturali.

Era auspicabile che nella degustazione si ponesse maggiore attenzione al territorio – precisa l’ideatrice e coordinatrice del festival Sandra Ianni –ed alla cultura del vino come bevanda speciale, intimamente connessa agli aspetti geografici, culturali e sociali ed è proprio in questa ottica che ai visitatori di Laghidivini auguriamo una piacevole personale ricerca della tipicità e dell’originalità che solo un vino di territorio può regalare.

Al termine dell’evento verrà assegnato il tradizionalePremio del pubblico – Laghidivini 2017, il riconoscimento attribuito al vino che, durante il festival, avrà ottenuto il maggior numero di preferenze da parte dei visitatori. Si rammenta che l’ingresso alla manifestazione è gratuito, mentre per le degustazioni è necessario munirsi di apposito tagliando.

Sabato 17 giugno alle h.11.00 si terrà presso il ristorante “Osteria del Borgo”, l’inaugurazione ufficiale ed a seguire un seminario aperto al pubblico, previa prenotazione e fino all’occorrenza dei posti, a cura del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, un’occasione per accrescere la conoscenza di un interessante territorio vocato alla produzione vitivinicola, ed in particolare a quella spumantistica, che conferma la volontà del festival di proporsi soprattutto come momento di approfondimento culturale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *