full screen background image
Search

Josè Restaurant: martedì 31 ottobre Special Event “il Maestro, gli allievi e l’amico” con gli chef Glowig, Iavarone, De Vivo, Palmisano, Corona e Cuomo. Selezione dei vini a cura di Luca Boccoli

Una serata esclusiva all’insegna dell’amicizia, per farsi stregare da bontà e sapori eccezionali esaltati dalla cucina di 6 stelle del mondo della ristorazione: Oliver Glowig, Domenico Iavarone, Ludovico De Vivo, Valentino Palmisano, Daniele Corona, Lorenzo Cuomo.
“il Maestro, gli allievi e l’amico” è la linea guida della serata in programma il 31 ottobre a Torre del Greco al Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra, dove appunto per l’occasione il Maestro Oliver Glowig cucinerà in sinergia con 5 chef un tempo componenti della sua brigata ed oggi stelle di ristoranti rinomati italiani. L’amico? Luca Boccoli che selezionerà i vini per la serata.
Posti limitati
Per contatti: +39 0818836298 – welcome@villaguerra.it
Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra (Torre del Greco)
Inaugurato a primavera con la famiglia Confuorto, lo chef stellato Domenico Iavarone e in sala Enrico Moschella

Giovane e dalle profonde radici territoriali, amante delle materie prime ed attento ricercatore di prodotti genuini e di qualità. Lo chef stellato Domenico Iavarone inaugura il nuovo anno con un’avventura entusiasmante all’ombra del Vesuvio, al nuovo “Josè Restaurant” di Torre del Greco, ristorante alla carta di Tenuta Villa Guerra. Suggestiva la location, che richiama l’ambientazione raffinata e naturale delle ville vesuviane che hanno reso il Miglio D’Oro rinomato e che oggi ritorna sotto i riflettori con un’esclusiva offerta gastronomica. Ad aprile e’ avventa l’apertura ufficiale al pubblico, con un’esclusiva visita a Tenuta Villa Guerra.
Mura bianche, distese verdi racchiuse tra il Vesuvio e l’azzurro del Golfo di Napoli, sono in breve i colori di Tenuta Villa Guerra, situata al centro di Torre del Greco. La villa e’ su due livelli, circondata da prati all’inglese ed alberi rigogliosi, ulivi e L’Orto dello chef rafforzano la cucina con ingredienti tracciati e genuini. Ampi spazi all’esterno per eventi esclusivi o cene a lume di candela. Le sale sono allestite in modo sobrio ed elegante, con una reception con salotto, libreria e cantina a vista per accogliere al meglio gli ospiti in attesa di un party o di accomodarsi al tavolo. Si respira Capri tra i profumi di Carthusya per i bagni ed incanta gli occhi l’artigianalità di piatti in porcellana e vasi realizzati a Gragnano.
Ad investire in questo nuovo progetto gastronomico è la famiglia Confuorto, originari della città del corallo, decisi a mettersi in gioco per il proprio territorio, affidandosi alla collaborazione dello stellato Iavarone. Del resto lo chef vanta una lunga esperienza nel settore, dalle brigate di Gennaro Esposito ed Oliver Glowig al riconoscimento tre anni fa della stella Michelin al Maxi di Vico Equense. Non ultimo l’ingresso nell’associazione Chic, da sempre rinomata per l’attenta selezione dei propri associati perlopiù stellati. Creatività, Tecnica e Qualità sono i pilastri della cucina di Iavarone; tradizione e rispetto per le materie prime creano un perfetto equilibrio nel piatto, lasciando ogni singolo sapore riconducibile alla materia prima utilizzata.
Dalla penisola sorrentina lo stellato Iavarone si sposta dunque all’ombra del Vesuvio, al “José Restaurant”, ristorante alla carta con ampi spazi esterni, l’ideale per eventi esclusivi e serate mondane. Ad affiancarlo in sala, con eleganza e maestria, il siciliano Enrico Moschella, che ha collezionato importanti esperienze professionali estere, tra cui la Locanda Locatelli e il Dorchester Park Lane di Londra, e il ristorante stellato Capri di Zermatt in Svizzera; in Italia lavora prima presso il Ristorante l’Olivo 2* Michelin del Capripalace di Anacapri. Un team dunque giovane e pieno di entusiasmo, che farà brillare Torre del Greco tra sapori e tipicità con l’apertura prevista ad aprile.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *